ARBORES, LA STORIA PERDUTA DEGLI ALBERI DELLA SARDEGNA

Mercoledì 13 aprile, gli alunni del Liceo Classico Linguistico Asproni parteciperanno al TEN di Nuoro alla proiezione del docu-film del regista nuorese Francesco Bussalai, “Arbores – La storia perduta degli alberi in Sardegna”, che ricostruisce un disastro ambientale che ha ridisegnato il paesaggio dell’Isola, lasciando profonde ferite visibili ancora oggi.

Il disboscamento selvaggio della Sardegna dell’800 operato dal governo piemontese, rivive in Arbores in un racconto che parte da Nuoro, dalla devastazione del monte Ortobene, attraverso la testimonianza dei nuoresi, gli spunti storici del libro “Colpi di scure sensi di colpa” di Fiorenzo Caterini e le storie illuminanti di Grazia Deledda.

“Di giorno in giorno di ora in ora, i colpi di scure risuonano più vicini e più forti, mentre tutta la foresta si copre di fiori dorati“, scrive la scrittrice premio Nobel nel 1905.

Nell’incipit del film una frase di Antonio Gramsci restituisce il senso di quella devastazione:

L’isola di Sardegna fu letteralmente rasa al suolo come per un’invasione barbarica. Caddero le foreste che ne regolavano il clima e la media delle precipitazioni atmosferiche“.

Il docu-film prodotto da “Terra trema film” si sviluppa in 62 minuti con le musiche di Antonio Bacchiddu e la voce recitante di Stefano Ferrando, su cui si inseriscono le testimonianze.

GUARDA IL TRAILER

Potrebbero interessarti anche...